La Scuola degli Asini (inviato alla stampa)


Per i cittadini di Montignoso, ormai coscienti delle limitate risorse del proprio comune, il cui bilancio ormai da tempo non ottiene alcun parere favorevole dal revisore dei conti, diventa difficile capire perché’ la giunta Lorenzetti abbia puntato sulla costruzione di una nuova scuola al cinquale (costo opera previsto in 4,7 milioni circa), con lavori partiti a settembre 2016 e interrotti per mesi, quando avrebbe potuto con i fondi reperiti , ristrutturare secondo i criteri antisismici gli edifici scolastici del territorio che ancora non lo sono.

Il 75% delle scuole del nostro comune non risponde alla normativa antisismica, tra cui la scuola di Renella, ormai in stato di completo degrado e abbandono.

Il centro sinistra montignosino ha sempre promesso una soluzione per quella struttura e il ripristino della funzionalità, la giunta buffoni, di cui l’attuale giunta è una continuità politica, ha nel 2014 rinunciato ai fondi destinati al recupero di quella scuola, pagando a cassa depositi e prestiti anche una penale salata.

E’ di questi giorni la segnalazione di molti cittadini che hanno visto nel giardino della scuola, sembra 2 asini e un’ emù.

Asini e emù (struzzo australiano) erano già stati ospiti di quella struttura qualche anno fa, non sappiamo se sono gli stessi, prima di un incendio notturno che li vide scappare.

In quel periodo il giardino della scuola sembra fosse la dimora “non convenzionale” di persone in difficoltà, e sembra che in molti ne fossero a conoscenza.

Da allora la scuola fu assegnata ad associazioni, ma oggi non sappiamo se e chi abbia autorizzato l’introduzione degli animali nel perimetro scolastico.

Il M5S da anni segnala lo stato in cui si trovano le scuole montignosine e la situazione di estremo degrado della scuola di renella, scuola che per anni ha pienamente funzionato, che è stata abbandonata, che continua ad essere volutamente dimenticata, e che avrebbe tutte le caratteristiche per ritornare con una ristrutturazione mirata, ad essere plesso scolastico, di una frazione importante e fortemente abitata, che senza la scuola sembra aver perso un centro vitale, una sua identità.

Una frazione già provata da molti, troppi interventi edilizi, che l’hanno trasformata, a nostro avviso, in un dormitorio.

Grandi le potenzialità del plesso anche in considerazione del fatto che il comparto 26 di renella dovrà cedere un parco pubblico di 4500mq circa, immediatamente limitrofo alla scuola.

Ci sorprende che Lorenzetti mostri più sensibilità e interesse per le scuole di competenza provinciale che per quelle del comune di cui rimane sindaco.

asino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...