Rateizzi?


Il M5S precisa che l’ultima commissione bilancio che si e’ tenutasi scorso al comune di Montignoso e’ stata segnata ancora una volta da una condotta che non ha lasciato spazio alcuno al contributo portato dalle minoranze.

Il consigliere Paolo Lenzetti, intervenuto come capogruppo e unico rappresentante delle forze di opposizione, non ha avuto possibilità di fare proposte e di avanzare integrazioni sugli atti proposti.

Infatti, visto che il presidente e i membri di maggioranza hanno sciolto la seduta senza acquisire le osservazioni, Lenzetti ha dovuto presentare istanza al protocollo e ha richiesto un colloquio con il segretario comunale per portarlo a conoscenza del grave episodio accaduto.

Il M5S rimane sconcertato ed esterefatto: le commissioni consigliari e i consigli comunali sono fasi fondamentali della democrazia locale, e a nostro avviso non tutti gli danno il giusto peso.

Il M5S avrebbe voluto discutere di alcuni passaggi fondamentali del nuovo regolamento per la riscossione coattiva delle entrate comunali.

In una fase estremamente difficile per le finanze del nostro comune, ci viene sottoposto un nuovo regolamento che prevede rateizzi importanti per i debitori.

L’impostazione può avere ragioni fondate, ma ci lascia perplessi la struttura del rateizzo, che prevede perfino che chi ha debiti superiori a 50mila euro possa avere rate fino a 72 mesi.

Ci chiediamo quanti siano i debitori del comune con importi cosi’ significativi.

Noi riteniamo che chi abbia già usufruito in passato di rateizzi e non li ha onorati nei termini convenuti, non debba più avere facilitazioni se non sistema l’arretrato.

Questo per salvaguardare i cittadini e contribuenti che pagano regolarmente e che fanno enormi sacrifici per cercare di essere in regola con le scadenze tributarie.

Agevolare chi e’ in difficoltà va bene, ma bisogna premiare chi cerca e vuole pagare, e non chi rimanda i debiti sine die.

Al momento, non ci risulta, che questo regolamento sia stato sottoposto al revisore dei conti.

Sara’ nostra cura inviarglielo quanto prima.

Molti cittadini avevano pensato, dopo la risposta del gestore della discarica di ex cava fornace alla richiesta di pagamento di 300mila euro di royalties arretrate, che Programma Ambiente Apuane spa attendesse un nuovo rateizzo.

Non vorremo che questo nuovo regolamento sia la soluzione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...