Controlli e Assegnazioni


Il M5S ha abbandonato i lavori della commissione servizio sociali e pubblica istruzione tenutasi il 6 marzo 2017 che riguardava la discussione e l’approvazione del bando di concorso per l’assegnazione in locazione semplice di alloggi di edilizia residenziale pubblica (e.r.p.) per l’anno 2017.

Il Bando a cui abbiamo lavorato come gruppo da qualche mese, prevede requisiti e criteri di punteggio che mirano a tutelare le fasce più deboli della popolazione, che ha necessità reale di una casa.

La nostra decisione di uscire da quella sessione è stata determinata dalla mancanza di pianificazione e di controllo: da mesi chiediamo maggiori verifiche sulle assegnazioni in essere e ricognizione delle disponibilità, per gestire correttamente le unità abitative di edilizia popolare e dare a chi ha bisogno una sistemazione è necessario che vengano fatte tutte le verifiche previste dalla legge 96/96.

Il M5S ha chiesto nei mesi scorsi che fossero predisposti accertamenti anche per verificare se tutti gli alloggi siano effettivamente abitati, in via continuativa per tutto l’anno.

Abbiamo chiesto un dettaglio puntuale della disponibilità immobiliare ed una verifica sugli alloggi.

Ad oggi non ci è stato fornito alcuna documentazione.

A nostro avviso è poco utile approvare un bando di assegnazione, se non si ha piena conoscenza dello stato dell’arte sulle disponibilità reali. Inoltre sarebbe necessario una valutazione dei risultati, a verifiche effettuate.

La commissione per effetto dell’uscita del nostro consigliere ha perso il numero legale e quindi qualsiasi provvedimento non avrebbe potuto esser preso.

Sembra che l’assessore abbia deciso di passare il bando direttamente al responsabile di settore al momento vacante. (Siamo in attesa di una nuova assunzione).

L’emergenza abitativa è sempre più pressante e a Montignoso, come in tanti altri comuni occorrono sempre più alloggi per soddisfare le richieste, forse anche per aumento vertiginoso della povertà.

La politica deve rispettare e tutelare le situazioni di disagio e deve agire affinché’ chi è senza un tetto abbia la possibilità di vivere dignitosamente, così come occorre far rispettare le regole, se ci fossero irregolarità.

Tutto ciò deve emergere nella fase di controllo e verifica, fondamentale quando abbiamo domanda crescente e disponibilità limitata.

La giunta Lorenzetti continua ad improvvisare, va avanti a naso, a tentoni, con la luce spenta, senza mai avere idee chiare sugli argomenti e quando gli presenti soluzioni, vengono a priori scartate perché qui si lavora per i partiti e non per i cittadini e il territorio.

int

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...