Protezione Civile


consumosuolo

Il M5S di Montignoso esprime il proprio apprezzamento nel leggere dell’aggiornamento del piano Provinciale di Protezione Civile attualmente in vigore.

Al momento e’ una determinazione dirigenziale che dovrà essere integrata da tutta una serie di piani che valutano e agiscono in merito al rischio idrogeologico, rischio industriale, rischio incendi boschivi e rischio sismico.

Il nostro territorio e’ soggetto a grandi fenomeni naturali, che possono sconvolgere il nostro ambiente e la nostra collettività.

Importantissimo e’ sapere come intervenire in caso del manifestarsi di un evento catastrofico, per salvare vite umane, case, scuole, aziende e limitare i danni al massimo.

Ma ancora più importante a nostro avviso e’ la prevenzione ovvero l’insieme delle azioni, strategie , pianificazioni volte sia prevedere o evitare il verificarsi delle catastrofi naturali che a ridurre l’impatto dei danni sull’ambiente e sui centri abitati.


L’elevata urbanizzazione e le speculazioni in zone a rischio, espongono un numero sempre crescente di persone alle conseguenze di alluvioni,erosioni, frane, terremoti.

I disastri causati dal dissesto idrogeologico, frequenti in Italia, non nascono da un’occasionale dimenticanza, o mancata allerta, ma sono il risultato della trasformazione di un Paese che non si è dotato di meccanismi di salvaguardia atti a contrastare

il consumo di suolo

Il comune di Montignoso ha numerose zone sottoposte a rischio idrogeologico, ma questo non ha impedito in queste aree costruzioni importanti, con un elevato impatto antropico, come al Cinquale, a Renella e nelle zone montane.

Al cinquale in zona asip dove sussistono gravi criticità idrauliche con rischio molto elevato di esondazione, con studi che portano dati notevolmente diversi tra loro sulla portata del Fescione, che ricordiamo in parte tombato, si concede una sopraelevazione alle principesse Saudite.

Alla Renella, con tutte le evidenti criticità di fognature mancanti , strade stette e senza marciapiedi,a due passi dall’area protetta del lago di porta si riattiva la zona artigianale, a suo tempo dismessa per realizzare il centro artigianale della coimpre,consorzio ormai fallito con un verde pensile ancora da realizzare.

Il complesso Coimpre, realizzato pare senza il parere della sovraintendenza ai beni ambientali in quanto dalla cartografia pare non risultasse nella giusta posizione il canale del ginese che di fatto ne determina il vincolo.

Del rischio sismico del nostro comprensorio se ne parla da sempre, ma abbiamo ancora il 75% delle scuole cittadine che non rispondono alla normativa antisismica.

La tanto famigerata “Nuova scuola del Cinquale”, di cui pochi hanno capito quali plessi dovrebbe sostituire, e’ a quanto ne sappiamo al momento ferma, ovvero un cantiere abbandonato, che non vorremo diventasse un’altra cittadella dello sport, dove sono stati spesi soldi pubblici per ritrovarci oggi una struttura mai finita e fatiscente.

La pulizia dei sentieri montani non e’ una delle priorità a Montignoso.

Ben vengano i Piano Provinciali e comunali di Protezione Civile, ma il sindaco di Montignoso, nonché presidente della provincia di Massa Carrara dovrebbe focalizzare la sua attenzione e il suo impegno anche sulla prevenzione, con azioni immediate affinché la nostra comunità possa essere sempre meno esposta a danni.

Il M5S continua a sostenere che non abbiamo bisogno di opere faraoniche, ma di opere intelligenti.

Siamo contrari ad ogni speculazione ma riteniamo fondamentali gli adeguamenti e le ristrutturazioni mirate, e un impegno costante sul territorio, a tutela del lavoro, dell’uomo e dell’ambiente.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...