Tavolo Ambiente


In settimana prossima si riunirà la commissione consiliare del Comune di Montignoso “Ambiente e attività produttive” nella quale sarà discusso la modifica al regolamento di istituzione del tavolo permanente di concertazione ambientale.

Quel tavolo fortemente voluto dal comitato dei cittadini contro la discarica e sostenuto da sempre dal M5S dovrà supportare l’assessorato all’ambiente , il sindaco, la giunta e il consiglio comunale di Montignoso, nella realizzazione di politiche ambientali condivise e trasparenti, promuovendo la responsabilizzazione di soggetti coinvolti individuati dagli enti locali territorialmente interessati.

Nella bozza di regolamento, in cui è prevista la partecipazione delle minoranze , delle associazioni ambientaliste, di un rappresentante dei comuni di Pietrasanta, Seravezza, Forte dei Marmi, Massa, province di Massa-Carrara e Lucca e del comitato contro la discarica; il comune di Montignoso vorrebbe escludere, la presenza di Carrara comune fortemente legato al marmo e quindi alla marmettola prodotta dal comprensorio apuano e che potrebbe entrare in discarica , comune che assieme a Massa, ha la presenza di un Sin e di un Sir i cui terreni di bonifica stanno già entrando nella discarica di Montignoso.

Nella modifica del solito regolamento non viene più prevista la presenza di un tecnico ARPAT e ASL.

Per il M5S l’esclusione perentoria dei tecnici ha il solo scopo di depotenziare il tavolo di lavoro e renderlo privo di un reale contenuto.

L’esclusione di Arpat e Asl impedisce al tavolo di essere un reale organismo propositivo; se si vuole davvero affrontare le problematiche ambientali e in primis ridefinire la questione discarica, occorre la presenza di tecnici e scienziati che possano interpretare correttamente le informazioni, definire azioni mirate in una materia complessa come le interazioni ambientali e antropiche si eviterebbe anche che domande di natura tecnica debbano essere inviate ad Arpat e Asl per poi attendere la loro risposta rendendo ancora più lenta l’attività del tavolo.

Il M5S chiede a gran voce e difenderà in commissione e in consiglio comunale l’allargamento a un rappresentate del comune di Carrara e la partecipazione dei tecnici al tavolo permanente sull’Ambiente, in quanto la loro presenza consentirà una corretta analisi dei dati e delle informazioni.

La politica da sola non può fornire le risposte se non supportata da chi ha chiaro cosa succede nell’ambiente in cui viviamo. Festa Toscana On-air046

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...