In discarica le bonifiche farmoplant?


Festa Toscana On-air047

Il M5S continua la battaglia a fianco del comitato che da anni si batte contro la discarica di ex Cava fornace e ha partecipato con il consigliere Lenzetti Paolo e altri attivisti, all’incontro informativo con le associazioni ambientaliste che si è tenuto il 21 settembre scorso all’ex APT del Cinquale.

Lenzetti, come consigliere del M5S e commissario nella commissione speciale sulla discarica di ex Cava fornace ha ripercorso la storia della discarica soffermandosi sui rapporti Arpat che hanno evidenziato piezometri alterati, fibre di amianto in aerodispersione e altre irregolarità nella gestione e sulla sospensiva della certificazione antimafia a carico del gestore, Programma Ambiente Apuano spa dal dicembre 2014, sospensiva revocata solo qualche mese fa.

Gabriele Bugliani, candidato M5S alle ultime elezioni comunali, ha illustrato l’ultima richiesta fatta dal gestore alla Regione Toscana ponendo l’attenzione al vero e primario scopo della richiesta ovvero abolizione del limite del conferimento di 70% marmettola e inerti contro il 30% altri rifiuti, dato che vi è un interesse spasmodico da parte del gestore di avere il 100% di altri rifiuti molto più remunerativi per lui, probabilmente più pericolosi nello stoccaggio e per ambiente.

All’incontro non ha partecipato il presidente della commissione speciale di cava Fornace, Andrea Cella della lega, presidente eletto per ben 2 volte dalla maggioranza di Lorenzetti, contro la volontà della minoranza, da Montignoso Democratica al M5S alla stessa Lega.

La caparbietà nel volere Cella come presidente forse non nasce a Montignoso, ma a Firenze e a Prato: la politica locale sembra assoggettata a altri poteri, anche di fronte alla semplice composizione delle commissioni comunali, dimenticandosi che dovrebbero perseguire il bene del territorio

Comunque Cella avrebbe potuto in ogni caso partecipare: il tema della discarica dovrebbe interessarlo, come presidente della commissione speciale, come politico e come cittadino.

L’incontro, rivolto alle associazioni ambientaliste e non che hanno a cuore la tutela del nostro territorio è stato molto partecipato, molti i rappresentanti delle associazioni, dei cittadini, Montignosini, Pietrasantini e non, di politici, dai 5stelle a Montignoso Democratica, del tutto assente la lega ed altre forze politiche.

La ditta programma ambiente apuane in questi giorni insiste con l’amministrazione di Montignoso per poter conferire in discarica le terre di bonifica della farmoplant, il movimento ha già chiesto che venga convocata con urgenza la commissione di controllo aperta anche ad Arpat, invitando fin d’ora il comitato e le associazioni a partecipare a detta commissione consigliare che ricordiamo è pubblica.

Il M5S di Montignoso, da sempre contro questa discarica, sostiene e sosterrà la lotta del comitato e dei cittadini convinto che tutti assieme possiamo e dobbiamo difendere il nostro territorio e lasciare ai nostri figlioli e nipoti un posto migliore di come lo abbiamo trovato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...