una discarica da chiudere


Discarica ok 3Le parole sulla discarica del sindaco Lorenzetti non tranquillizzano il M5S di Montignoso.

Sulla stampa parla di superamento della discarica e di contrarietà a codici proventi da fanghi di dragaggio, come delle terre dei siti sin e sir.

Non parla in alcun modo di chiusura di discarica, ne’ cita il controverso passaggio del limite imposto nell’autorizzazione vigente alla coltivazione della discarica, ovvero 70% marmettola e inerti e 30% altri rifiuti ben identificati.

L’abolizione di questo limite sembra essere il vero obiettivo del gestore che l’amministrazione a guida Lorenzetti tende ad avallare, in un contesto dove a Montignoso viene prospettato un posto nel consiglio di amministrazione di Programma ambiente Apuane spa.

Il sindaco parla di voler garantire tranquillità e sicurezza per i Montignosini, ma sembra non ascoltare le preoccupazioni che vengono dalla sua città: da chi teme per quanto riscontrato dalle verifiche Arpat in discarica, dai piezometri alterati all’amianto areodiperso, a chi pone l’attenzione per i continui e sempre più nauseabondi odori percepiti in diverse frazioni.

Il M5s ritiene che il risultato economico e la redditività non debba essere la giustificazione per fare concessioni al gestore.

Molti politici Montignosini ci hanno definito “anime belle” , “ecoterroristi” a fronte del nostro impegno e la nostra contrarietà alla discarica, posta in un sito definito inidoneo nell’inchiesta pubblica, per tutte le criticità geomorfologiche e ambientali di quell’area.

Il nostro impegno sul territorio e’ stato supportato dai nostri parlamentari che hanno presentato nel 2014 in Senato un atto di sindacato ispettivo sul processo di riclassificazione.

I nostri consiglieri regionali hanno presentato interrogazioni sul tema e continuano a mantenere alto il dibattito in regione.

Non per ultimo il coinvolgimento dei parlamentari pentastellati al Parlamento Europeo.

A fianco dei cittadini continuiamo con forza la nostra battaglia per la chiusura della discarica e per la riqualificazione di quel sito.

Ci fa specie che molti che si definiscono ambientalisti, antagonisti o semplicemente soggetti attenti alla storia e al valore del territorio ancora non abbiano preso posizione sulla discarica.

Posizioni strumentalmente equidistanti non sono più ammesse in un momento in cui per l’ennesima volta si rischia di subire delle scelte pesanti e inesorabili per il nostro territorio: i cittadini di Montignoso, sempre esclusi dalle decisioni sulla discarica, ora vorrebbero poter scegliere, senza intermediazioni di sorta, il destino di quel sito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...