citare per reprimere (inviato alla stampa locale)


reprimere

Con la delibera di giunta n.54 del 25.03.2016 la Giunta Buffoni ha conferito mandato a uno studio legale per accertare la sussistenza di responsabilità penale in ordine ad articolo pubblicato sul quotidiano “Il Tirreno” del 25.2.2016, dal titolo “La Giunta parla di primarie e non convoca consigli”.

E’ bene che i cittadini sappiano che la vicenda trae origine da un comunicato stampa del Movimento 5 Stelle di Montignoso, che, elaborato in sede assembleare, veniva trasmesso quale comunicato politico.

In tale comunicato venivano criticate le scelte gestionali operate dalla parte politica che opera in giunta comunale.

In particolare si sottolineava che gli affidamenti diretti di beni comuni avrebbero dovuto essere assegnati tramite bando pubblico: dalle spiagge libere attrezzate al castello Aghinolfi e a villa Schiff.

Ebbene, l’attuale giunta ha pensato bene di ritenere lesivo dell’immagine e del decoro del Comune di Montignoso quanto riportato, “travisando” la dialettica politica nei confronti di un altro partito e verso chi lo rappresenta, con un reato che lede l’immagine del Comune.

Una “personificazione” che ci lascia allibiti, e che ci fa pensare all’uso strumentale di un ente che dovrebbe tutelare e rappresentare i cittadini, prima che i suoi politici.

Al netto di questa considerazione, è bene sapere che l’iniziativa giudiziaria costerà alla casse del comune € 4.377,36 lordi, ai quali costi dovranno aggiungersi le spese legali per l’eventuale fase processuale successiva.

Sussiste un disavanzo di cassa, e il revisore dei conti ha segnalato criticità alla corte dei conti. Viene quindi da chiedere per quale motivazione l’attuale politica che governa il Comune intenda impiegare soldi pubblici per questa vicenda, e invece non si sia costituito parte civile nel processo contro le RTA.

Chi si senta personalmente offeso dai nostri comunicati politici non farebbe meglio a mettere il proprio onore, decoro e denaro senza utilizzare quelli del Comune di Montignoso?

Senza considerare che l’effetto che potrebbe derivarne a livello mediatico: come si può far credere ai cittadini che tale iniziativa non sia volta a far tacere qualsiasi voce critica attraverso l’uso del potere?

Reprimere, o meglio, minacciare le vie legali contro l’esercizio del diritto di critica politica, per giunta durante la campagna elettorale, è e rappresenta un colpo al cuore della democrazia.

Un accanimento quasi personale nei confronti dei componenti del M5S, che il movimento 5 Stelle ha il diritto/dovere di biasimare.

Noi non abbiamo denunciato i nostri avversari politici, nonostante spesso sulle nostre battaglie per l’ambiente, discariche e odori percepiti, per esempio, ci abbiano definiti “terroristi”.

Per questo non abbiamo mai pensato di impiegare soldi pubblici, o sollecitare l’amministrazione, ad utilizzare soldi pubblici per tutelare il proprio onore e decoro personale.

Altrettanto dovrebbe fare chi si ritenga offeso dal nostro lavoro.

E’ giusto che tutti i cittadini sappiano questo, perché quello che oggi tocca a noi, domani potrebbe capitare a qualsiasi altra coscienza critica.

La nostra visione politica, parafrasando Pascal, è quella di fare in modo che quel che è giusto sia forte, e non che quel che è forte sembri giusto.

Per questo abbiamo bisogno della Vostra solidarietà, contro ogni forma di prevaricazione, e contro chiunque voglia utilizzare soldi pubblici per strategia politica, o interesse.

qui trovate la delibera di giunta n°54/2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...