L’urbanistica Montignosina


consumo-suolo-2L’attuale amministrazione nel 2011 ha revocato, probabilmente perché non in linea con le promesse elettorali del centrosinistra, la variante generale al Regolamento Urbanistico, voluto da Binaglia, costata ai Montignosini oltre 80mila euro, assicurando che entro 6 mesi avrebbe emanato una variante generale al piano strutturale da realizzare con risorse interne del comune della quale non si hanno notizie.

Ad oggi, in prossimità delle prossime elezioni amministrative e dopo 4 anni, a Montignoso si applicano le vecchie regole urbanistiche del 1999, concepite in un altro momento storico ed economico .

Si procede a colpi di varianti ,o con modifiche parziali al ru , per assecondare interessi tipo quelli delle principesse arabe e sistemare un po’ i bilanci di previsione, il tutto a scapito del consumo di suolo e della pianificazione sensata.

Gravi inoltre sono i costi che i cittadini hanno sopportato per gli studi ed indagini per scrivere il nuovo strumento urbanistico, costi ad oggi stimati in ben oltre i 100mila euro, mentre l’amministrazione aveva promesso un lavoro in house.

Da anni il M5S chiede attenzione ai rischi idrogeologici del nostro territorio, e oggi, logicamente, la regione rivede per Montignoso i rischi idraulici e geologi anche per effetto delle portate del fiume Versilia, che storicamente alluviona il suo percorso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...