Buffoni e Biffoni


Festa Toscana On-air047Durante l’ultimo consiglio comunale alla luce della sentenza del TAR Toscana, che ha respinto il ricorso di programma ambiente apuane, presentato contro il provvedimento della prefettura di Massa , che nel dicembre 2014 gli revocava il certificato antimafia, la politica Montignosina si scopre preoccupata di tale situazione, dimenticando come negli anni precedenti abbia presentato questa società come seria, affidabile e solvibile.

Sia la giunta Binaglia prima che quella Buffoni poi ,sono state blande sui continui ritardi nel pagamento delle royalties, arrivando oltre al rateizzo stabilito nel 2013, anche ad un sostanzioso sconto di circa 80mila euro annui, formalizzato con una nuova convenzione.

Anche la commissione di controllo su Cava Fornace ,presieduta da Franco Quiriconi, ha mostrato tutti i suoi limiti , solo la presenza del consigliere pentastellato ha permesso alcune azioni concrete e domande di verifica rivolte a Prefettura, Arpat e Provincia.

Nonostante che più volte a seguito delle verifiche previste per legge da Arpat i gestori siano stati segnalati alla procura e nelle altre sedi competenti per la violazioni accertate non ci risulta che siano mai stati presi provvedimenti adeguati.

E’ stata fatta richiesta di un consiglio comunale straordinario sulla vicenda, e il sindaco si è mostrato disponibile, comunicando altresi’ che lunedi’ 12 ottobre incontrerà Biffoni, il presidente della provincia di Prato e sindaco del comune di Prato, comune che controlla ASM e di conseguenza Programma Ambiente Apuane spa.

Buffoni, responsabile politico della riclassificazione, in quanto assessore all’ambiente della provncia di Massa della quale oggi è presidente proprio quando si è avviata la riclassificazione della discarica,ora deve rimediare ai danni provocati: la politica nel chiedere scusa dovrebbe anche riuscire a ripristinare le certezze per i cittadini, ormai disincantati e sfiduciati da azioni e metodi che più non comprendono.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...