Cinquale, parco verde


cinqualeE’ partita la stagione estiva e il Cinquale, la nostra località turistica per eccellenza, risulta in pessime condizioni di manutenzione.

Molte attività commerciali ci lamentano i disservizi collegati sia allo spazzamento stradale e alla manutenzione del verde sia alla raccolta dei rifiuti.

Il parco pubblico, ex Parco Verde è in condizioni pietose con la recinzione divelta da mesi, ancora prima della tromba d’aria del 5 marzo, ci sono pali caduti, e molteplici situazioni di pericolo.

In queste condizioni è decisamente insicuro per i fruitori oltre ad essere un pessimo biglietto da visita e poterci costare in risarcimenti danni.

Nei pressi del parco si trova la sede dell’ex APT, dove non sembra vi sia alcuna attività di promozione turistica, né che vengano sfruttati gli spazi per mostre, iniziative e convegni.

Parte dello stabile è occupato dall’associazione SNS Montignoso, onlus che si occupa di salvamento ed altro, anche a pagamento.

Ci chiediamo se per assegnare quello spazio il Comune di Montignoso abbia provveduto a fare un apposito bando e se sì, a quali costi e condizioni sia stato assegnato.

Per un comune, che dovrebbe fare della promozione turistica parte integrante della propria attività di governo, la situazione di degrado della frazione di Cinquale è una sconfitta assoluta.

Carente sono tutte le infrastrutture presenti sul terrtorio comunale, impreparato ai turisti e anche ai suoi cittadini.

Anche la gestione della darsena e del Porto Canale evidenzia la totale inadeguatezza ,con un servizio scadente ,che di certo non ha portato alcun prestigio ed appetibilità a Montignoso.

Servizio che potrebbe venire in ogni caso riprorogato ancora una volta alla Victor.

Annunci

Una risposta a “Cinquale, parco verde

  1. Abito a Cinquale in Via Gramsci, davanti all’Hotel Eden, in pieno “centro”, ieri sera domenica 28 giugno sotto il balcone di casa passavano alcuni turisti, sono rimasta veramente colpita dai commenti negativi sul degrado del paese. Questa amministrazione, che comunque è la stessa da molti anni,,non ha mai, ma mai considerato questo territorio come risorsa turistica, se non per compiacere pochi “amici” che hanno strutture turistiche. Già a partire dagli anni ’80, ho chiesto attenzione al problema turismo perché era la nostra industria , ciò che apportava benessere e benefici alla collettività, infatti, specialmente in quegli anni riusciva a coinvolgere anche le famiglie delle montagne, specialmente le donne che scendevano al mare per lavorare negli alberghi, negli stabilimenti balneari e nelle famiglie ospiti del nostro paese. Anche i miei concittadini che non lavoravano nel settore, potevano arrotondare le loro entrate con gli affitti estivi e il Comune stesso con la tassa di soggiorno o con l’entrata dell’ICI, specialmente di seconde case, poteva avere più risorse. Risorse che avrebbe dovuto reinvestire per richiamare sempre più turisti. Tutto da sempre sembra dovuto senza mai dare niente, turismo innanzitutto è ACCOGLIENZA, DECORO e OFFERTA; in parte devono essere una predisposizione del Comune come struttura ma anche gli abitanti stessi devono compartecipare o sorvegliare affinché ogni cosa sia fatta nel modo giusto. Mi ero candidata più volte in liste civiche o come indipendente, per poter dare il mio contributo, ma vi è un tale scollegamento tra la realtà e gli affari personali legati alla politica che mi sono arresa. E dopo tanto ho capito che questo è uno dei loro punti di forza, aspettare che gli altri si arrendono. Certo in primo luogo la colpa di tutto ciò è da imputare alle scelte sbagliate dell’amministrazione, tuttavia la responsabilità più grande è dell’elettorato che ancora deve votare l’amico perché un giorno può tornare utile. In questo paese manca la cultura dell’onestà, una pacca sulla spalla, una strizzata d’occhio e tutto si aggiusta. Per onestà intendo la non prevaricazione, il mancato clientelismo, mettere il bene comune al posto del proprio vantaggio. Rendono bene il concetto le battute finali delle dimissioni di Bisio nel film “Benvenuto Presidente!” : sono il fermo immagine di una società che giudica tutto e tutti non vedendo quanto sia intimamente essa stessa corrotta.Così da chi è corruttibile a chi è indifferente alla cosa pubblica oggi ci ritroviamo in questa terribile situazione. Ma in fondo al tunnel c’è sempre una luce, anche se dapprima è fievole tuttavia più ti avvicini alla fine del tunnel più diventa grande. Questa luce oggi è rappresentata dal movimento 5 stelle e vorrei che tutte le persone che sono state anestetizzate dal potere e dai propri interessi sì risvegliassero o ritrovassero dentro di sé quel lumicino per cominciare una nuova era, un nuovo mondo basato sulla solidarietà, sull’onestà e valori condivisi. Do tutto il mio appoggio al movimento e auspico loro di fare un buon lavoro per arrivare un giorno a ribaltare questa situazione non più sostenibile da parte di quei cittadini onesti. Forza & Perseveranza. 👍

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...