A scuola di democrazia


download (2)Dopo aver presentato un’esposto al Prefetto, lamentando il non rispetto del regolamento nello svolgimento del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari, il giorno 27 dicembre 2014, per protesta, non parteciperemo al Consiglio Comunale.
La motivazione risiede nel fatto, che il presidente del Consiglio Comunale nonché Sindaco Narciso Buffoni, durante l’ultima conferenza dei capigruppo, non ha voluto iscrivere all’ordine del giorno una nostra mozione, riguardante misure contro l’esposizione al gioco d’azzardo, tema molto importante ed attuale alla luce del disagio sociale che provoca, soprattutto nella fasce più deboli della popolazione.
Buffoni è poco sensibile a quanto previsto dal regolamento di funzionamento del Consiglio e non perde occasione per limitare le forze politiche nella presentazione di atti, in barba a quanto previsto dall’articolo 25 comma 2 che recita, “Il diritto d’iniziativa è esercitato mediante la presentazione di proposte di deliberazione ed emendamenti a proposte già, iscritte all’odg del Consiglio, nonché d’interrogazioni, mozioni ed ordini del giorno“.
Il consiglio è stato comunque convocato per inseguire le sirene del governo e proporre opere cantierabili in modo da accedere ai finanziamenti.
Come al solito le scelte dell’amministrazione non sono da noi condivisibili.
Si punta alla realizzazione, di un nuovo edificio da destinare a scuola elementare al Cinquale, in Via delle Cateratte, unitamente alla costruzione di una palestra di quartiere ,un parco attrezzato e di serre urbane.
Il progetto non è passato in modo approfondito, nelle commissioni di competenza, ed ha costo di previsione, di certo destinato a lievitare, di ben oltre 4 milioni e trecentomila euro.
Con questa cifra potremmo sopraelevare e recuperare almeno due strutture tra quelle esistenti o dismesse, senza ulteriore consumo di suolo e verde pubblico come previsto in quanto proposto.
La scuola di Renella, rientrava nei plessi che questa amministrazione in campagna elettorale, diceva di voler recuperare.
I cittadini di Montignoso lo chiedono anche in una petizione presentata poco tempo fa al Sindaco.
Riteniamo che avrebbe senso destinare i fondi, in parte al recupero della scuola di Renella e in parte, per interventi di manutenzione e adeguamento delle varie strutture scolastiche, che versano in condizioni riconosciute precarie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...