Schizofrenia a 5 stelle


bambolaIl MoVimento 5 Stelle di Montignoso, nel rinnovare la piena fiducia al portavoce Paolo Lenzetti, ancora attende dalla giunta Montignosina molte risposte nel merito alle tante questioni sollevate.
Invece che parlare di schizofrenia, meglio farebbe la giunta, sindaco in testa a spiegare se la delibera di giunta n.235 del 9-11-2012, in cui è stato approvato che la valutazione economica degli impianti di distribuzione realizzata dal concessionario sino 31.12.2011 è di oltre 8.462.000 euro + iva sia stata supportata da un parere tecnico estimativo per verificare la congruità della cifra dichiarata dall’attuale concessionario,che tra l’altro riteniamo abbia anche ben operato garantendo un buon servizio.
Da sempre proponiamo per trasparenza amministrativa,oltre alla diretta web per il consiglio e le commissioni la loro calendarizzazione,proprio per evitare o consigli fiume o consigli di mezz’ora con un solo punto all’odg.
Ci sembrano proposte di buonsenso che ottimizzano i tempi e riducono i costi della politica, aprendosi alla giusta trasparenza,peccato che il consiglio comunale le abbia bocciate.
La commissione Urbanistica, che dovrebbe lavorare per fare analisi e proposte sulla questione della sanatoria della RTA, fortemente voluta da buffoni, non ha ancora ne fornito i documenti da noi richiesti ne tanto meno ha incominciato a lavorare seriamente sul tema.
Si cerca di dare una parvenza di discussione su una scelta già fatta e che premia il non rispetto delle regole e il conflitto d’interesse,chiediamo al capogruppo del Pd Domenico Vietina se questa è l’etica del partito a Montignoso e a chi si è definito l’ala Renziana del Pd di esprimersi chiaramente.
Anche le parole morbide dell’assessore all’urbanistica Petracci, sulla questione verde pensile mai realizzato dal consorzio Coimpre, lasciano intravedere una sorta di sanatoria.
Il comune di Montignoso,se l’opera non venisse compiuta,dovrebbe escutere fidejussioni per oltre 200mila euro e realizzare direttamente il parco previsto nella convenzione.
Non vorremmo che le parole della Petracci fossero state dettate da altri membri della giunta Buffoni,storicamente coinvolti nell’operazione Coimpre.
L’assessore Lorenzetti è stato il primo presidente del consorzio e firmatario della convenzione che prevedeva la realizzazione del verde pensile.
Del consorzio fa parte anche la società RONDINE che ha avuto come amministratore
Stefano Pezzica, coinvolto in vicende che lo vedono indagato assieme ad altre 11 persone,tra cui il costruttore Stefano di Ronza,a seguito del bliz della DIA di Firenze che ha dato un duro colpo al clan dei casalesi in Versilia.
Siamo molto schizofrenici,si siamo tutti i giorni in molti a lavorare per il bene del nostro paese con poche risorse e tanti sacrifici,cerchiamo di fare il possibile ed informare sia in rete https://montignoso5stelle.wordpress.com/, che sulla stampa che riconosciamo incomincia a darci il giusto spazio e considerazione,siamo presenti sul territorio,dove da anni facciamo banchetti https://montignoso5stelle.wordpress.com/2014/01/09/tre-giorni-per-lopa/ e diffondiamo il nostro foglio dinformazione politica https://montignoso5stelle.wordpress.com/2014/01/08/foglio-di-informazione-politica/ .
I gruppi politici che da destra a sinistra ci criticano non possano dimostrare di aver fatto così tanto lavoro,le persone che incontriamo ci dicono sempre questa cosa,per noi è un’ immenso piacere ci ricarica ed aumenta la nostra volontà di non mollare mai.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...