una cosa per volta!


camera

Il M5S non presenzierà,per protesta,al prossimo consiglio comunale previsto per mercoledì 8 gennaio che avrà un unico punto all’ordine del giorno,impedendo così la possibilità a tutti i gruppi consiliari di presentare mozioni ed interrogazioni.

Il M5S contesta nuovamente il metodo che comporta aumenti dei costi della politica e rallenta le azioni amministrative,ma soprattutto in un momento particolarmente critico per il nostro comune impedisce la discussione istituzionale.

Il punto in discussione poteva essere trattato o nel consiglio precedente,svoltosi prima di Natale o durante il prossimo consiglio.

In questa legislatura si sono svolti parecchi consigli fiume con oltre 15 punti in discussione.

Più volte abbiamo richiamato l’attenzione su una corretta regolamentazione dell’attività del consiglio comunale come delle commissioni. Purtroppo a Montignoso,ogni proposta costruttiva non viene recepita.

E’ chiesto,nella seduta dell’8 gennaio al consiglio di approvare la Convenzione,tra i Comuni ricompresi nell’ambito territoriale “ Massa –Carrara “ per l’espletamento della procedura relativa all’affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale in forma associata.

La nostra posizione sul merito è la seguente.

Nel 2012 era stato inserito in un ordine del giorno di un consiglio comunale la valutazione economica dell’impianto di distribuzione del gas nel territorio di Montignoso.

Quel punto non fu mai oggetto di discussione,in quanto ritirato dopo che il M5S fece presente all’assessore Lorenzetti che la stima dell’impianto di distribuzione del gas fatta dall’attuale gestore non era stata oggetto di alcuna verifica tecnica-economica.

Oggi è chiesto di approvare la convenzione che porterà a redigere il bando per l’assegnazione del servizio di distribuzione del gas all’interno dell’ambito territoriale minimo di nostra competenza.

Questo passaggio implica l’acquisizione della delibera di giunta n.235 del 9-11-2012, in cui e’ stato approvato che la valutazione economica degli impianti di distribuzione realizzata dal concessionario sino 31.12.2011 e’ di oltre 8.462.000 euro + iva.

Non ci risulta che la giunta si sia avvalsa di un parere tecnico estimativo per verificare la congruità della cifra dichiarata dall’attuale concessionario,cosa che invece hanno fatto altri comuni all’interno del nostro ATEM.

Il nuovo assegnatario del bando, qualora non fosse l’attuale , dovrà rifondere gli oltre 8 milioni di euro avallati dalla giunta montignosina.

Qualora si evidenziassero difformità rispetto a quanto assodato dalla giunta ci chiediamo chi risponderà al nuovo gestore, che potrebbe fare verifiche e/o rimostranza al nostro comune.

Pertanto se avessimo partecipato ai lavori a tutela degli interessi dei montignosini avremmo votato contrari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...