Una banca come casa


cartello

Negli ultimi tempi cresce sempre di più il disagio e la conseguente tensione sociale.
Il palazzo ex sede della Banca d’Italia a Massa, vuoto da anni, è stato occupato: ora vi abitano famiglie, alcune delle quali montignosine, aiutate per qualche tempo dal comune di Montignoso ma da mesi abbandonate a loro stesse.
Azioni a sostegno di chi è senza casa non possono che essere buone azioni: non sempre la legalità coincide con la giustizia.
Qualora le istituzioni decidano per uno sgombero ci auguriamo che sia non violento, trovando preventivamente una giusta soluzione per le persone coinvolte.
Nel nostro comune abbiamo gente che vive in condizioni molto precarie in roulottes o altri rifugi di fortuna, spesso in luoghi inappropriati, al disotto delle minime norme igieniche e sanitarie, nell’indifferenza generale e ignorati da chi è preposto a dare risposte concrete.
L’anno scorso , finiti i contributi regionali il comune di Montignoso ha smesso anche di aiutare i profughi che per mesi hanno alloggiato all’albergo Zeno.
Vi sono famiglie che rischiano di perdere la casa, per esempio quelle che alloggiano in alcuni stabili delle ferrovie.
Vi sono molti in attesa da anni di vedersi assegnato un alloggio popolare.
La casa è sempre di più un problema per molti.
Angela Bertocchi, assessore al sociale non ha mai portato nelle giuste sedi e nei giusti modi l’emergenza abitativa subita dai cittadini di Montignoso.
Rimane sempre valida e sensata la nostra proposta di acquisire al patrimonio comunale le RTA per destinarle ad alloggi popolari.
La sanatoria avanzata da Buffoni e i suoi, con la connivenza del centrodestra e’ di fronte alla disperazione di chi non ha una casa immorale.
Ci auguriamo che il consiglio comunale, invece che pensare al forno crematorio , alle biomasse e alla nuova darsena ,trovi ampia convergenza sulla nostra proposta in modo di pensare prima agli ultimi e poi ai truffatori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...