Le spiagge ai comuni


spiaggialibera

Vogliamo nuovamente affrontare il tema delle spiagge quale bene comune.

E’ di attualità la proposta di sdemanializzare, ossia rendere vendibile la superficie della spiaggia su cui sono stati costruiti gli stabilimenti balneari.

Per poi concedere ai proprietari un diritto di prelazione per l’acquisto della porzione di arenile interessata.

In sostanza, la privatizzazione delle spiagge.
Il tutto, per arginare gli effetti della famigerata direttiva Bolkestein, a favore dei soliti noti.

Questo meccanismo consentirebbe allo Stato di fare immediatamente cassa e di risolvere in modo iniquo il problema della concessioni balneari, che ci è costato una procedura di infrazione da parte dell’Unione Europea ancora in essere.

L’incasso ancorchè ambito in un momento così difficile limita gli introiti alla sola fase della vendita, privando poi il pubblico per sempre della rendita prevista dalle concessioni e di un bene fondamentale per un paese che sono le nostre spiagge.

A nostro parere, come già proposto, i comuni dovrebbero chiedere di poter ottenere la gestione dirette delle spiagge che insistono sui propri territori.

Questo consentirebbe, una volta rivalutati i canoni, ad oggi ridicoli, di avere entrate strutturali certe provenienti da attività che certo non inquinano.

Presenteremo a breve una mozione che impegni il nostro comune a riprendersi le concessioni, per poi decidere se gestirle in modo diretto o darle in concessione tramite bandi pubblici quinquennali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...