RTA a due velocità.


crocevia_450
La vicenda RTA è affrontata a due velocità e con passi sostanzialmente diversi dai comuni di Massa e Montignoso.
Decisa e netta e’ la posizione dei Massesi con atti formali e intenzioni chiare: acquisire gli appartamenti come proprietà comunale.
Fumosi e contraddittori i Montignosini.
Il sindaco con il suo “entourage” propende verso una sanatoria tombale.
Il neo segretario del PD locale parla di valutazioni ampie sulle azioni da fare, ovvero parole prive di sostanza che servono di fatto a giustificare le intenzioni di Buffoni.
Il M5S conferma la sua contrarietà ad ogni azione volta a sanare e/o condonare l’abuso in atto.
Ritiene quello dell’RTA un capitolo grave e doloroso per la nostra città, dove al danno erariale e alla speculazione non c’è stato né controllo da parte delle varie amministrazioni che si sono susseguite né posizioni di difesa della legalità e degli interessi pubblici.
Abbiamo già definito il non costituirsi parte civile al processo come una offesa per i cittadini onesti e gli imprenditori corretti:
Il turismo e’ una risorsa irrinunciabile del nostro territorio che dovrebbe vedere nell’accoglienza una delle principali vetrine.
Le scelte fatte da questa amministrazione ci sembra che vadano in direzione opposta, senza alcuna sensibilità per le politiche a sostegno del turismo: una discarica a 2 km dal mare, una tassa sul soggiorno penalizzante, lo spettro di un forno crematorio in pieno centro cittadino ed di un inceneritore di biomasse.
Chiederemo in sede di commissione, se è mai stato iniziato un procedimento amministrativo per le RTA a Montignoso.
Anziché sanare attraverso il cambio di destinazione d’uso, queste volumetrie potrebbero essere acquisite al patrimonio Comunale per destinarle ad edilizia convenzionata, ad edilizia scolastica, considerato che queste strutture contrariamente alle scuole di Montignoso, rispondo a criteri antisismici, a centri di aggregazione sociale e culturali, che in questo comune sono completamente assenti.
Una eventuale sanatoria, oltre a non essere etica e corretta , comporterebbe con un prossimo piano strutturale, un riduzione di volumetria a disposizione di cittadini ed operatori turistici onesti, che non hanno possibilità di aggirare gli ostacoli.

Annunci

Una risposta a “RTA a due velocità.

  1. Cari amici, continuate cosi’, ciechi e sordi.Ma secondo voi chi ha denunciato gli abusi delle RTA, Babbo Natale? Voi eravate in tutt’altre cose indaffarati quando altri cercavano di bloccare una speculazione che veniva da lontano.E non ditemi anche voi come qualche Amministratore attuale che le RTA dovevano essere bloccate mentre le costruivano.Questo tizio dovrebbe fare il clochard per quanto sa di pubblica amministrazione. Un reato deve essere prima commesso per poterlo denunciare.E così è stato per le RTA di Montignoso. Appena il reato si è consumato con il riconoscimento di unità immobiliari singole avallate da notai è partita la denuncia e le conseguenti vicende.Che poi chi ora governa prenda certe posizioni, né risponderà agli elettori.E ragionate, l’ho già detto altre volte, non buttate il neonato con l’acqua sporca, potrebbe essere quello che vi permetterà di andare avanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...