(S)bilanci di stagione


sceriffo

Il M5S Montignoso intende fare un bilancio politico dell’azione svolta da questa amministrazione che agli elettori si è presentata come centrosinistra ma, a nostro avviso, gestisce il territorio con altre logiche.

Le nostre 2 mozioni sui diritti, ovvero il registro delle coppie di fatto e il testamento biologico, sono state nell’ordine la prima bocciata dalla destra per astensione vigliacca di tutta la maggioranza e per la seconda, sempre per paura di urtare le sensibilità democristiane decisamente maggioritarie, si è preferito un passaggio in commissione politiche sociali, in vista di una sua bocciatura o insabbiamento. Questa la sensibilità della sinistra locale sui diritti.

La nostra mozione sull’ambiente che prevedeva la realizzazione di piste ciclabili è stata anch’essa bocciata, mentre quella per la realizzazione della casa dell’acqua, opera a costo zero, nonostante fosse stata approvata non ha ancora visto la luce, dato che gli uffici tecnici competenti non hanno ancora predisposto alcun bando. A questo proposito vorremmo una gestione trasparente ed economicamente sostenibile relativamente alle concessioni dei vari punti ristoro dei parchi e degli affidamenti dei servizi comunali in genere. L’amministrazione dovrebbe spiegare con quale criterio sono stati dati in affidamento: il punto ristoro del Castello Aghinolfi, gli spazi di Villa Schiff per le serate, le concessioni dei bagni comunali e dei punti ristori annessi.

Rimaniamo critici sull’immobilismo nel recupero dei vari crediti vantati nei confronti di Gaia, porto Canale, gestore della discarica di ex Cava Fornace etc., che comporta e comporterà minori servizi che questa amministrazione può e potrà erogare ai cittadini. Riteniamo inoltre un grave errore il non avere provveduto al recupero della scuola di Renella.

I cittadini rilevano e di continuo ci segnalano i tanti disservizi collegati alla raccolta differenziata porta a porta e alla pulizia delle strade e del decoro urbano in genere. Ci spiace leggere sulla stampa che l’assessore Gabrielli accusi proprio i suoi concittadini di maleducazione e noncuranza invece di fare autocritica, mostrando quindi incapacità di ascolto e di volontà di superare i problemi.

Le varie ordinanze estive sull’uso dell’acqua e la pulizia dei fronte strada, pur giuste nella ratio, ci sembrano eccessive nella misura di applicazione visto la previsione di reato penale. Alcuni cittadini ci segnalano inoltre che nel far rispettare i divieti e le regole talvolta viene utilizzata parzialità dando adito a ingiustizie.

Aleggia nel palazzo la volontà bipartisan di trovare tramite una sanatoria una soluzione per le RTA. Potrebbe essere questa una delle spiegazione della mancata costituzione quale parte civile contro questa speculazione edilizia che vede come parte danneggiata il territorio di Montignoso e i suoi cittadini. Con l’eventuale sanatoria alla quale noi ci opporremo, ancora una volta si intende premiare chi non rispetta le regole. Sicuramente istruttiva e chiarificatrice è la lettura degli atti depositati in comune sulle proprietà, sui progetti e sugli accatastamenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...