Discarica e controlli


Il MoVimento 5 Stelle di Montignoso non ha presenziato ai lavori della Commissione di controllo della discarica di Ex Cava Fornace dell’8 maggio in segno di protesta ritenendola illegittima, in quanto, non è stata ottemperata l’ordinanza n°489 dell’8 marzo 2013, con la quale il Consiglio di Stato sanciva il reintegro, quale membro effettivo nella commissione, del consigliere Paolo Lenzetti al posto di Marco Coli. Inoltre non si è rispettato il regolamento, e pertanto ci riserveremo di presentare nuovi ricorsi legali. Vogliamo comunque portare a conoscenza che dall’esame dei verbali di quella seduta traspare più interesse da parte dei presenti per dinamiche politiche esterne, quindi non pertinenti, che per la natura della Commissione, ovvero, il controllo dell’attività svolta nella discarica. Segnaliamo inoltre quali affermazioni pregiudiziali quelle del presidente Franco Quiriconi PDL e del capogruppo PD Domenico Vietina, circa le preventive bocciatura di qualsiasi mozione presentata dal nostro Movimento: una perfetta sintonia che replica le dinamiche nazionali. Ai politici non si chiede pregiudizio ma valutazione attenta nell’interesse comune.
Sul tema del controllo della discarica segnaliamo con estrema preoccupazione che, dall’esame dei rapporti ARPAT, non sono stati rilevati negli ultimi 6 anni (ovvero dalla riclassificazione del sito quale discarica) campionamenti sulle acque superficiali. Considerando le recenti e abbondanti precipitazioni, chiediamo con urgenza all’assessore all’ambiente e al Sindaco responsabile della salute pubblica, di voler predisporre mirati controlli sulla acque superficiali al fine di verificare se vi siano inquinanti riconducibili alle attività di discarica e puntuali campionature dei sedimenti soprattutto nei rigagnoli a valle della discarica e nella fossa Fiorentina che alimenta il Lago di Porta. Vogliamo infine sottolineare che l’ultima conferenza dei servizi (composta da ARPAT, provincia di Massa e Lucca, comuni di Massa e Montignoso e Anpil) ha espresso parere favorevole al conferimento di ulteriori codici di rifiuti alla ditta Programma Ambiente Apuane. Tutto questo nonostante l’inchiesta pubblica abbia largamente dimostrato che il sito di Ex Cava Fornace non è adatto a nessuna tipologia di discarica.
Invitiamo le associazioni ambientaliste del nostro territorio (WWF, Legambiente, Italia Nostra) e l’Anpil (che risulta rappresentata per il nostro comune dal predetto Domenico Vietina) ad attivarsi anch’essi sulle competenti autorità per far eseguire i controlli delle acque superficiali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...