Tarsu, Tares e fiscalità


porco

In linea con le politiche nazionali del M5S, che in Parlamento ha già chiesto con una mozione l’abolizione di questa imposta, nel Consiglio Comunale del 29 Aprile ha votato contro l’introduzione della Tares proponendo l’adozione della tariffa puntuale per introdurre il principio virtuoso che chi più ricicla meno paga.

La tariffa puntuale, al contrario della TARES, responsabilizza ogni cittadino e impresa in quanto la TARES punisce tutti i cittadini, le imprese ed i Comuni virtuosi dal punto di vista ecologico e dell’innovazione. Da qui la nostra lotta politica per chiederne l’abolizione andando verso un sistema innovativo al passo con il resto d’Europa.

Ricordiamo che questo comune ha già aumentato la TARSU nel 2012 in misura del 5% e che la TARES ingloba oltre alla TARSU anche i servizi indivisibili del comune (sicurezza, illuminazione e manutenzione delle strade) e che è oggetto di discussione sulla sua incostituzionalità.

La TARES è infatti una sorta di patrimoniale in quanto, con l’ultima rata, oltre al conguaglio dovuto ai servizi indivisibili si pagheranno 30 centesimi al metro quadro per ogni superficie (abitazioni, fondi commerciali, artigianali e industriali).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...