Inchiesta de “Il Tirreno” + nostra replica a Buffoni (inviata al Tirreno il 23/09)


Qui la prima parte.

Le scansioni della Seconda parte:


La nostra replica al Sindaco:

Siamo rammaricati da quanto affermato ieri dal Sindaco Buffoni in merito all’estromissione del Movimento 5 Stelle dalla Commissione di Controllo su discarica.
Dichiarazioni irricevibili e che comunque non ci meravigliano, in quanto riflettono il clima di “caccia alle streghe” nei costri confronti in Consiglio Comunale a Montignoso.
A Montignoso, ricordiamo, il Capogruppo del Movimento 5 Stelle coincide con l’unico consigliere eletto: dall’8 giugno Paolo Lenzetti, in sostituzione di Augusto Bondielli. Avvicendamento dal significato politico e simbolico avvenuto ad un anno dal suo insediamento a dimostrazione di un modo diverso di concepire il mandato istituzionale, senza personalismi o “attaccamenti alle poltrone”, come invece soventemente accade, sia a livello locale che nazionale.
Diversamente da quanto affermato dal Sindaco ieri nella cronaca locale, la questione dell’estromissione non è liquidabile come un “problema fra le opposizioni” in quanto per ben due volte, l’8 giugno ed il 23 agosto scorsi, è stato disapplicato il Regolamento del Consiglio Comunale.
In particolare l’articolo 8, comma 3, del Regolamento recita:
3. in caso di dimissioni, decadenza o impedimento che renda necessaria la sostituzione di un consigliere, il gruppo consigliare di appartenenza designa, tramite il proprio capogruppo, un altro rappresentante, nelle modalità stabilite dal comma precedente ”;
il “comma precedente” del medesimo articolo riporta:
“2. Ciascun Gruppo dà comunicazione scritta al Presidente del Consiglio dell’individuazione dei propri rappresentanti in seno alle singole commissioni permanenti.”;
Ci siamo appellati al Presidente del Consiglio Comunale, che coincide con la figura del Sindaco nei comuni sotto i 15.000 abitanti, tramite una mozione di richiamo al Regolamento.
Buffoni, rinunciando al ruolo di garanzia ed imparzialità del Presidente, ha respinto e messo in votazione la nostra mozione d’ordine. La quale, a sua volta,  è stata respinta dalla totalità dei Consiglieri Comunali.
Riteniamo l’accaduto una grave violazione democratica, gravemente lesiva dei diritti istituzionali di un Gruppo Consiliare.
Narciso Buffoni quindi abbia il coraggio di affermare la verità, riscontrabile da chiunque nei verbali di Consiglio Comunale: se il Movimento 5 Stelle non è più rappresentato in 2 importanti Commissioni Comunali è anche per “merito” suo e non solo delle opposizioni.
Confidiamo -anche se con vane speranze- nel ripristino della legalità all’interno delle Commissioni Consiliari Bilancio e Discarica

L’Assemblea del Movimento 5 Stelle – Montignoso

Pubblicazione ns replica nell’edizione del 24/09:

 

Annunci

3 risposte a “Inchiesta de “Il Tirreno” + nostra replica a Buffoni (inviata al Tirreno il 23/09)

  1. Ti sbagli alla grande, io la discarica me la sono trovata,come tutti i Montignosini.E ti dirò che proposi,nel mio partito, di farci un anfiteatro(ero delegato alla Cultura),mi presero per matto!!!!Vedremo cosa fanno gli altri……………..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...