L’area “sprotetta” del lago di Porta


Abbiamo più volte segnalato la situazione in cui versa l’area protetta del lago di Porta.

Da mesi abbiamo presentato un’interrogazione in Consiglio Comunale per chiedere che l’area sia dotata dei servizi minimi per la fruibilità del pubblico, un bagno e una fontana.

L’area è ad oggi abbandonata a se stessa, con casina Mattioli in procinto di crollare e con il percorso sull’argine  che presenta evidenti crepe profonde, segno di un cedimento dell’argine stesso.

Ci chiediamo cosa stia facendo il neo nominato rappresentante del Comune di Montignoso nell’anpil ,nonche capogruppo del pd in consiglio comunale Domenico Vietina.

Non nutriamo certo grandi speranze verso chi ha già dimostrato la sua sensibilità alla protezione ambientale, permettendo di fatto la riclassificazione di ex Cava Fornace .

argine Lago di Porta

casina Mattioli

Annunci

Una risposta a “L’area “sprotetta” del lago di Porta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...