Le due facce del pd ,”l’uscita” della sinistra sui rifiuti e la privatizzazione che avanza.


L’ultimo consiglio comunale di Montignoso, svoltosi con la solita penuria di seggiole riservate al pubblico, aveva all’ordine del giorno argomenti importanti quali; la revoca della variante urbanistica proposta dalla precedente amministrazione e l’adesione partecitata in un’azienda pubblico/privata per la gestione dei rifiuti nell’ambito di competenza dell’ato rifiuti di nostra appartenenza.
Durante il consiglio sono emerse le varie contraddizioni e spaccature della giunta buffoni.
L’assessore Angela Bertocchi era assente, assieme al consigliere Gialuigi Giunta, a quanto pare l’assenza è stata dovuta al netto e forte disaccordo sulla revoca della variante urbanistica che una parte del pd ha sostenuto e cercato di adottare provandoci fino alla fine dell’amministrazione Binaglia.
La revoca della variante è stata approvata,i mal di pancia nel pd restano e a qualcuno sono sfumate mire edificatorie, sulla spalle di tutti noi restano i soldi spesi per una variante che non ha visto la luce, il MoVimento 5 Stelle si è astenuto, qui trovate la dichiarazione di voto https://montignoso5stelle.wordpress.com/2011/11/17/intenzione-di-voto-delibera-n-29-del-31-03-2010/
La battaglia sulla nuova variante urbanistica è aperta, la regione ha chiaramente indicato che non possiamo più consumare territorio non è più sostenibile, sarà sempre più difficile per la politica appagare gli appetiti di speculatori, costruttori e cementificatori in genere.

Sul punto relativo ai rifiuti, con la richiesta di adesione a una società pubblica privata per la gestione del servizio, di fatto si chiedeva di avviare un percorso di privatizzazione, il tutto contro la ferma volontà popolare espressa con il referdum del giugno scorso, dove con 27 milioni di si chiaramente il popolo si esprimeva contro la privatizzazione della gestione di acqua rifiuti e trasporti.
Alla votazione, abbandonando l’aula, non hanno partecipato gli assessori Eleonora Petracci di sel e Andrea Gabrielli di rif.comunista, segno evidente di non condividere con la linea del pd che di li a poco, con l’aiuto di tutta l’opposizione, noi esclusi qui trovate la nostra dichiarazione di voto contraria https://montignoso5stelle.wordpress.com/2011/11/17/mozione-di-voto-su-revoca-delibera-29-del-31-03-2010/ ,adrà ad approvare il primo passo verso la privatizzazione del servizio rifiuti, in barba alla volontà popolare.
Per rimanere coerenti con la loro posizione contraria alle privatizzazioni, sia sel che rinfondazione avrebbero dovuto esprimere il loro voto contrario, non è uscendo da un’aula che si salvaguardano I cittadini dalle privatizzazioni.
Il pd chiaramente ha votato compatto, ancora lo ricordiamo nelle ultime giornate della campagna referendaria salire sul carro per ergersi a difensore dei servizi pubblici contro le privatizzazioni di acqua rifiuti e trasporti, già allora nutrivamo dei dubbi sulla genuinità di questo apporto politico, oggi abbiamo conferma che i nostri dubbi erano fondati, il pd nonostante gli “slogan” rimane favorevole alla privatizzazione dei servizi.

Annunci

Una risposta a “Le due facce del pd ,”l’uscita” della sinistra sui rifiuti e la privatizzazione che avanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...