Il futuro energetico di Montignoso


Il terremoto in Giappone e la conseguente paura nucleare hanno riacceso il dibattito sulla produzione di energia, ma non è stata analizzata la vera origine del problema che sta nella quantità e qualità di energia pro capite consumata nei paesi industrializzati che non è sostenibile dal nostro pianeta, perciò ogni politica seria su questo argomento deve ripartire dall’ eliminazione degli sprechi, dall’ efficienza e dall’utilizzo di fonti rinnovabili che rispettino l’ ambiente e la salute di tutti.

Il MoVimento 5 stelle Montignoso si impegnerà per questo a individuare le principali utenze pubbliche minimizzando le perdite e le dissipazioni inutili e redigerà un allegato energetico al regolamento urbanistico che adotti le migliori politiche in campo di efficienza energetica.

Proporremo l’adesione del comune di Montignoso al Movimento internazionale delle “Città di Transizione”, il cui scopo principale è quello di elevare la consapevolezza collettiva rispetto alla sostenibilità di una comunità. Le comunità sono incoraggiate a ricercare metodi per ridurre l’utilizzo di energia, aumentare la coesione sociale ed incrementare la propria autonomia a tutti i livelli.

Il nostro obiettivo sarà di incentivare l’utilizzo di energia solare o microeolica per abitazioni civili, studieremo inoltre la fattibilità di impianti di produzione di energia dalle vere fonti rinnovabili (solare, eolico, idroelettrico) e non a biomasse, arboree o di qualsiasi altro tipo. Consideriamo inadatto lo sfruttamento delle biomasse perchè oltre ad ottenere un potere calorifico moderato non sono disponibili in ogni momento dell’anno, basti pensare ad esempio a tutte quelle che derivano da colture stagionali, la cui raccolta avviene per brevi periodi. Il legno infatti viene tagliato prevalentemente d’inverno, poiché contiene meno umidità, per questo motivo gli inceneritori a biomasse richiedono grandi zone per lo stoccaggio del materiale, che viene di fatto reso disponibile solo per un periodo l’anno e richiedono una vastissima area di sfruttamento.
La combustione del materiale, soprattutto se legnoso, pur contribuendo in maniera minimale all’emissione di CO2, emette quantità significative di ossidi d’azoto, ossidi di zolfo e metalli pesanti che la pianta ha assorbito, inoltre contenendo cloro, la combustione di biomasse produce cloruri e diossine. Si stima che se il 5% dei cittadini milanesi utilizzasse le biomasse per il proprio riscaldamento al posto del gas metano, l’aria diverrebbe irrespirabile, con conseguenti problemi legati alla salute pubblica.
Da questi dati si evince che oltre a creare un problema di salute, il comune di Montignoso, non disponendo di risorse sufficienti per alimentare inceneritori a biomasse, sarebbe costretto ad acquistare altrove il materiale con conseguente aumento dei costi e dell’inquinamento da trasporto. Non ultima la possibilità che in tale impianto possano finire anche rifiuti urbani con tutte le conseguenze peggiorative nelle emissioni di sostanze pericolose.

Il MoVimento 5 stelle Montignoso si pone l’obiettivo di aiutare l’indipendenza energetica del comprensorio comunale senza compromettere l’ambiente e la salute delle persone, valori da cui far dipendere qualsiasi scelta amministrativa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...