Affissioni abusive in campagna elettorale


cartello affissione abusiva

La propaganda politica dovrebbe essere fondata sul principio della legalità, ma durante ogni campagna elettorale si ripropone puntualmente il problema delle affissioni abusive: chi imbratta i muri se sarà eletto, con quale coerenza farà rispettare le norme ?

I manifesti devono essere affissi solo negli spazi appositamente autorizzati e destinati a tale scopo dal Comune, in più, è sconsolante ricordarlo, non devono essere attaccati negli spazi assegnati alle altre liste.

Il Sindaco e la Polizia municipale sono tenuti a coprire la pubblicità abusiva, rimuovere il manifesto a spese del responsabile e a erogare le sanzioni dovute. Anche se gli unici che pagano alla fine sono i cittadini che contemplano rassegnati lo scempio urbano, visto che l’abuso rimarrà impunito, infatti una norma approvata dall’attuale maggioranza di governo sospende le norme vigenti in materia di affissioni abusive.

Ma spieghiamoci meglio, la “sanatoria con condono preventivo” in questione è un emendamento proposto dalla Lega che fa parte del decreto Mille-proroghe del 2009, questo estende al 31 maggio 2010 il condono delle violazioni amministrative in tema di affissioni abusive perpetrate dai politici nelle campagne elettorali dal 2005.

Questo vuol dire che se il privato cittadino decide di apporre un manifesto in un luogo non idoneo riceve una multa di 400 euro cadauno, mentre se lo fa un politico in campagna elettorale no, o meglio, i partiti pagheranno solo mille euro per ogni provincia e per ogni anno dal 2005 sino ad oggi.

Quindi oltre al danno la beffa, perché non solo il comune non potrà beneficiare delle entrate relative alle multe, ma i costi per ripulire, una volta conclusa la campagna elettorale saranno a carico del comune stesso. Tutto ciò porterà a un deficit in bilancio ed a uno sperpero di soldi pubblici che non verranno utilizzati per iniziative virtuose.

La speranza è che questo breve articolo convinca tutti i candidati e tutti i partiti a condurre una campagna elettorale più corretta ed ecologica di quelle fatte in passato. Se non lo faranno siamo convinti che saranno i cittadini a punire la loro scorrettezza e la loro disonestà non votandoli. Il Movimento 5 Stelle Montignoso pubblicherà sul proprio sito www.montignoso5stelle.it tutti i soprusi e le irregolarità in modo da rendere chiaro chi si comporta scorrettamente. Stileremo una classifica dei partiti e dei candidati più abusivi, per questo vi invitiamo a mandarci foto o video che documentino eventuali soprusi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...